PERCHE’ L’UOMO HA DIFFICOLTA’ A CHIEDERE AIUTO?

Chiedere aiuto in situazioni di difficoltà è spesso ancora difficile per molti uomini. Soprattutto se si tratta di momenti di fragilità psicologica.

I pregiudizi culturali e sociali portano molte figure maschili a chiudersi nelle difficoltà anche con vergogna, come se il chiedere aiuto venisse considerato un segnale di debolezza: “Andare dallo psicologo” significherebbe aver fallito per non potercela fare da soli.

Questo atteggiamento, però, potrebbe condurre a somatizzazioni, stati d’ansia e stress o difficoltà relazionali; pensiamo in famiglia, per esempio, ad un partner o genitore sofferente che rifiuta aiuto.

Rivolgersi ad uno psicoterapeuta, invece, può aiutare la persona a sbloccare queste dinamiche, favorendo il riconoscimento e la ri-appropriazione delle risorse che spesso, in situazioni di malessere, vengono perse di vista. Può diventare quindi un’occasione di arricchimento e non di debolezza come il senso comune ingannandoci ci porta a pensare.

In fondo, per i problemi medici non si esita a rivolgersi ad uno specialista, la nostra psiche è forse meno importante?

Dott.ssa Erika Mazzuccato – Psicologa, Psicoterapeuta